Isolamento termico a cappotto: la soluzione migliore per isolare gli edifici

Tra le varie tecniche utilizzate da un imbianchino Milano per effettuare un adeguato intervento di isolamento termico, la più utilizzata è sicuramente la tecnica del così detto “cappotto”. L’isolamento termico a cappotto, detto anche semplicemente cappotto termico o cappotto isolante, consente di isolare dal punto di vista sia termico che acustico il tetto di un edificio grazie all’ausilio di pannelli isolanti.

 

 

I migliori materiali isolanti

I materiali isolanti termici vengono adoperati nell’isolamento termico a cappotto. Si tratta di materiali che conducono poco il calore, come ad esempio la lana di vetro che, per le sue caratteristiche intrinseche è un ottimo isolante. Altri materiali ottimi in questo senso sono: la lana di roccia, l’argilla espansa, la perlite espansa, la vermiculite espansa, i feltri, ecc. ma il miglior isolante in assoluto e senza dubbio il vuoto. Nel vuoto infatti il passaggio di calore può avvenire solo per irraggiamento. Questa tecnica è utilizzata ad esempio nelle finestre con i doppi vetri.

 

Isolamento a cappotto esterno

Questo tipo di applicazione è la più diffusa ed è quella che garantisce la migliore resa in termini di microclima interno sia in estate che in inverno; viene impiegato nel 90% dei casi in villette unifamiliari o piccoli edifici residenziali. L’isolamento a cappotto per esterno prevede l’inserimento dei pannelli isolanti sulla facciata esterna del tetto che aiutano a mantenere calda l’intera struttura senza avere dispersioni di energia. L’isolamento esterno consente ai muri di accumulare calore e man mano restituirlo all’ambiente interno. Questo sistema consente di ridurre le ore di accensione dell’impianto di riscaldamento e quindi di risparmiare in termini economici. Il cappotto termico è un’ottima soluzione per le vecchie costruzioni, ma rappresenta anche un buon metodo da applicare alle nuove case al fine di ridurre lo spessore dei muri e di conseguenza aumentare la superficie interna utile.

 

Isolamento a cappotto interno

L’isolamento a cappotto per interni è meno diffuso e meno efficace rispetto al cappotto esterno, ma si rivela molto utile negli appartamenti presenti all’interno dei centri urbani dove non è possibile effettuare lavori esterni. In questo caso l’isolamento termico a cappotto interno si attua incollando con della malta specifica dei speciali pannelli isolanti di spessore ridotto direttamente sulle pareti interne all’appartamento. Sicuramente i vantaggi di questo tipo di riferimento sono sicuramente il costo ed i tempi di posa in opera ridotti ed il risparmio in termini di materie prime. Per quanto riguarda gli svantaggi invece, questo tipo di applicazione provoca una riduzione volumetrica delle stanze in quanto i pannelli si applicano sulla parete già esistente con una difficoltà di applicazione in alcune zone della casa (dietro cucina, armadi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *